Una stagione con favore di pubblico
by on maggio 4, 2016 in News

IMG_0400da ufficio stampa OFC (www.filarmonicacampana.it)

Con la musica da film l’Orchestra Filarmonica Campana ha chiuso una stagione musicale di ampio respiro culturale, gettando le basi per il prossimo traguardo che si appresta a celebrare nel prossimo novembre: i dieci anni di attività, in cui l’arricchimento dell’offerta in cartellone e le accurate scelte artistiche rafforzeranno il già notevole legame tra la pregevole l’orchestra, l’agro-nocerino e il vasto territorio della regione e della nazione. Anche negli ultimi concerti della VII stagione “La Grande Musica per tutti” ampio è stato il favore concesso dalle testimonianze della stampa, dagli artisti e dalle incredibili presenze di un pubblico attento e consapevole della levatura degli eventi organizzati. L’attenzione per ogni genere musicale, dal patrimonio classico a quello moderno e contemporaneo, testimonia come le proposte presentate dalla Filarmonica Campana siano interpreti delle aspettative e dei gusti degli spettatori che spaziano dalla continuità concertistica propria del genere classico a quella popolare, al melodramma, alla lirica e finanche alle aperture delle composizioni della new age, novelli futuristi del panorama musicale nazionale. Il calendario 2015-2016 proposto ha visto l’esecuzione di sei concerti con diverse proposte culturali e musicali, tali da poter aderire alle più svariate esigenze del pubblico, in genere formato da palati raffinati ma anche da giovani che cercano nell’emozione dell’ascolto il profondo coinvolgimento della più intima esperienza sensoriale. La fusione di melodie “sospese tra terra e cielo”, nel solco di un rinnovamento dello spirito che faccia coesistere amore e giovinezza, ha trovato compimento nei concerti iniziali della stagione. I giovani cantanti solisti, Elisa Balbo, Giusy Luana Lombardi, Pasquale Conticelli, Eduard Pialli, così come la violinista Federica Severini, protagonista nella Quattro Stagioni di Vivaldi, eseguite nel concerto “Tempora Mutantur” organizzato dall’Associazione Culturale “Ambress Ampress”, hanno connotato i concerti di un’autentica qualità artistica, nel solco di una produzione musicale che ha trasformato drammi e sentimenti per fonderli in un intenso e stretto rapporto espressivo tra anime e melodie “sospese tra terra e cielo”.
«In questi anni abbiamo visto crescere la qualità delle proposte e la risposta del pubblico alla stagione concertistica – afferma il direttore artistico e musicale Giulio Marazia –. Costatiamo con gioia che la musica appassiona e coinvolge sempre più cittadini, tanto che in ogni data della stagione i luoghi scelti sono sempre stati affollati e gli applausi calorosi agli artisti non sono mai mancati. Tutto questo impegno ci stimola a guardare oltre, siamo già pronti per stilare il cartellone estivo OFC in Tour 2016 e siamo già a lavoro con il nuovo staff per la prossima stagione, a novembre l’orchestra festeggerà i suoi primi dieci anni e abbiamo in mente un grande evento inaugurale e seguire una stagione particolare con altrettanti giovani solisti internazionali, intanto sono già state avviate importanti partnership, come con XSPOT, che ci vedranno impegnati in nuovi progetti artistici ed innovativi come Culturability 2016, inoltre sarà rinnovata la collaborazione con Airone Comunicazione con la produzione di nuovi eventi di teatro e musica con personalità ed attori di fama, e ancora la nascita a Pagani di un Festival di Musica Sacra, con la collaborazione di formazioni musicali esterne, un’occasione preziosa per accostarsi ad un repertorio straordinario ed antichissimo, che in Italia vanta una tradizione di tutto rispetto».

© 2015 - Giulio Marazia - All Rights Reserved

Powered by themekiller.com